Skip to Content

Condividi con i tuoi amici su:


Oggi ti vogliamo dedicare il blog ad un argomento che è anche il nostro punto di forza e il nostro elemento differenziante, ovvero la Moda.
In particolare ti vogliamo raccontare e far conoscere un po’ di più il mondo del fashion system e quindi da dove parte la moda.

 

Da dove parte la Moda?

La moda è decisa e dettata dagli stilisti che disegnano e creano le loro collezioni tracciando le linee guida per il mood che andrà nelle stagioni della primavera/estate ed autunno/inverno partendo dai capi d’abbigliamento fino ad andare alle scarpe e agli accessori.

Tutto quello che invece sono capelli e make-up viene costruito e deciso in base al mood delle tendenze.

Oggi raccontiamo un po’ nel dettaglio che cosa sono le fashion week ovvero le settimane della moda.

La settimana della moda è un evento dell’industria della moda, della durata di circa una settimana che permette, appunto, agli stilisti ed alle case di moda di presentare le proprie collezioni realizzate e far vedere al pubblico quali siano le ultime tendenze.

Le settimane della moda più importanti sono quelle che si tengono nelle “capitali della moda” ovvero Milano, Parigi, Londra e New York.
Vengono anche soprannominate le “Big Four”.

Ma nei primi anni duemila, le settimane della moda si sono diffuse in diverse parti del mondo.
Ad esempio alcune settimane della moda riguardano presentazioni di prodotti specifici: per esempio, la settimana della moda di Miami è dedicata ai costumi da bagno, mentre quella di Portland alle sfilate ecologiche per citarne alcune.

 

Da dove sono nate le sfilate?

La Haute Couture (alta moda, in francese) è nata alla fine dell’Ottocento quando lo stilista inglese Charles Frederick Worth, trasferito a Parigi, cominciò a disegnare e realizzare abiti per l’alta società e a farli sfilare indossati da modelle: fino a quel momento gli abiti venivano mostrati su manichini. Così è nato il concetto di sfilata come è conosciuta ancora oggi, anche se ha subito molti cambiamenti, tra cui l’evoluzione dalla Haute Couture al prêt à porter.

La Haute Couture, infatti, è considerata una linea elitaria, fatta per lo più di abiti da sera lussuosi (in passato solo su misura), destinati a una clientela ristretta, oggi composta per lo più da mogli di regnanti o di imprenditori multimilionari.

Gli abiti realizzati per le linee di Haute Couture sono anche quelli indossati dalle star internazionali durante i red carpet dei vari eventi e sono utilizzati in quel contesto per promuovere il brand.

Nel prêt à porter, invece, gli abiti non sono su misura, ma prodotti in taglie standard e in grandi quantità pronti per essere indossati.

 

Quando, dove e perché sono nate le fashion week?

La prima settimana della moda si tenne a New York nel 1943 e fu realizzata con lo scopo di promuovere la moda locale, poiché, a causa della seconda guerra mondiale, era diventato impossibile importare abiti dall’Europa, in particolar modo dalla Francia, quindi da Parigi.
Finita la guerra, l’iniziativa di New York fu adottata dalle altre capitali della moda: Parigi, Londra e Milano.
Da qui ebbero inizio le settimane della moda.

Il programma tutt’oggi inizia con New York, seguito da Londra, poi Milano, e termina con Parigi.

Poi nel corso dell’anno ci sono varie sfilate che si susseguono, promuovendo la moda locale oppure presentando collezioni specifiche.
Altre settimane della moda molto importanti sono quella di Rio de Janeiro, San Francisco, Tokyo, Venezia.

Questi quattro eventi vengono fatti due volte all’anno.
Sono suddivisi in due eventi in quanto l’evento con le sfilate primavera/estate si tiene a settembre/ottobre di ogni anno mentre l’evento con le sfilate autunno/inverno si tiene a febbraio/marzo di ogni anno.

Le collezioni mostrate durante le sfilate sono relative alle stagioni successive, e vengono organizzate con largo anticipo in modo da consentire la produzione degli articoli presentati e la loro acquisizione da parte dei negozi.

La settimana della moda di Milano viene dipinta dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, una organizzazione non a scopo di lucro che disciplina, coordina e promuove lo sviluppo della moda italiana ed è responsabile dell’organizzazione degli eventi legati alla moda di Milano.
Tradizionalmente la settimana della moda si svolgeva presso la Fiera di Milano di via Gattamelata, ma nel 2010 l’evento è stato organizzato presso il Fashion Hub.

Gli eventi dedicati alla moda femminile sono il clou della settimana della moda milanese ed in particolar modo “Womenswear”, “Milan SS Women Ready to Wear” e “Milano Moda Donna” sono le sfilate più importanti.
Gli eventi dedicati alla moda maschile sono “Menswear” e “Milano Moda Uomo”.

Simone, ha già partecipato come hairstylist ad alcune sfilate della Milano fashion Week ed anche quest’ anno sarà presente a quella di Milano per pettinare alcune modelle.

Abbiamo fatto questo Blog, in quanto le settimane della moda 2019 per l’Autunno/Inverno sono già iniziate, quella di New York ad esempio, è iniziata il 7 e finita il 15 Febbraio , poi quella di Londra invece è iniziata dal 15 al 19 Febbraio, ora è in corso quella a  di Milano iniziata dal 19 al 25 Febbraio 2019, infine quella più importante a Parigi che inizierà il 25 Febbraio al 5 Marzo.

Speriamo che queste curiosità ed informazioni in più che ti abbiamo scritto siano state interessanti e magari anche d’ incentivo per seguire le fashion week più da vicino.

Il consiglio che ti possiamo dare per essere aggiornato sulle tendenze moda che andranno nel 2018 è di poter seguire le fashion week attraverso le e i fashionblogger oppure guardando le sfilate in diretta con le live in streeming sui canali principali dedicate alla settimana della moda.

Grazie per la lettura.

0